Colposcopia

La colposcopia è l’esame diagnostico del collo dell’utero al fine di individuare eventuali lesioni e alterazioniRappresenta l’indagine centrale del secondo livello nell’ambito del percorso diagnostico essendo il primo livello riferito all’individuazione, tramite Pap Test e HPV DNA Test, di alterazioni cellulari e di lesioni da HPV.

La colposcopia ha l’obiettivo di individuare le alterazioni della mucosa cervico-vaginale, di descriverne morfologia e topografia al fine di discriminare tra lesioni sospette di possibili evoluzioni maligne e le altre lesioni e di consentire una biopsia mirata delle lesioni osservate ed eventuali trattamenti terapeutici.

 

I colposcopi tradizionali forniscono, all’occhio esperto, anche grazie alla reazione aceto-bianco e alla colorazione di Lugol, un buon numero di informazioni che possono condurlo ad una valutazione del quadro colposcopico in generale e alla eventuale necessità di effettuare dei prelievi bioptici.

 

In virtù delle sue caratteristiche di funzionamento, di ripetitività procedurale, ma soprattutto grazie alla

realizzazione di uno spettro cromatico – mappa cromatica della reazione aceto-bianco - di lettura semplice, il colposcopio digitale Dysis View permette una migliore e intuitiva individuazione dei punti dove effettuare i prelievi bioptici che forniscano il materiale necessario e valido per una valutazione istologica tale da condurre a una diagnosi significativa.

 

La colposcopia è una procedura con una componente di soggettività e variabilità; il che talvolta può condurre alla non individuazione di una condizione patologica, anche perché essendo aumentata la sensibilità dello screening sono progressivamente diminuite le dimensioni delle lesioni che sono conseguentemente più difficili da rilevare. Con l’aiuto di Dysis View l'effetto aceto-bianco è quantificato in modo più oggettivo, e ciò può aiutare il colposcopista a ridurre il rischio di mancato rilevamento di una lesione importante.

Infatti, il colposcopio digitale Dysis View, in aggiunta ai metodi convenzionali, crea sulla base della reazione aceto-bianco una mappa a pseudo colori che permette l’individuazione fine delle zone di maggior o minore, se non pressocchè nulla, probabilità di lesione e, quindi, assiste il medico nei processi di valutazione della cervice, selezione dei siti di biopsia o esecuzione di trattamenti se necessario.

Tale mappa a pseudo colori, corredata di curve e livelli cromatici, è una caratteristica unica e infungibile dei colposcopi Dysis.

 

Il colposcopio digitale Dysis View può costituire, dunque, un valido aiuto per il colposcopista nel formulare una diagnosi o nell’individuale i siti da cui ricavare biopsie significative per la diagnosi stessa.